Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

9 ottobre 2011

SEMBRA SATIRA: Gelmini: Basta tagli alla scuola, pronta ad ascoltare i ragazzi


Roma, 9 ott. (LaPresse) - "Sono pronta ad ascoltare i ragazzi". Lo dice il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini a pochi giorni dalle proteste degli studenti in piazza. "No, basta, i tagli sono finiti. Nel 2015 la pianta organica dei docenti sarà stata ridotta di 80mila unità e lì ci fermeremo". Risponde così il ministro, in un'intervista a 'Repubblica', quando le si chiede se le risorse per la scuola pubblica diminuiranno ancora. La Gelmini spiega che il suo ministero "non è più in grado di sopportare diminuzioni di finanziamenti", e che invece ci saranno finanziamenti, anzi, ci sono già: "Nella legge di stabilità ci saranno 100 milioni per le borse di studio universitarie. Stiamo trovando 400 milioni per l'edilizia scolastica. Per gli atenei del Sud c'è un miliardo in ricerca. E i migliori maturati, scelti dopo un test tra chi ha preso il massimo, avranno un assegno per mantenersi all'università. Cinque, diecimila euro l'anno. Prima nelle scuole c'erano i bidelli e le cooperative di pulizia insieme: via il doppione, abbiamo risparmiato 200 milioni". Il ministro si rivolge anche a Mario Draghi, governatore di Bankitalia, e dice: "Stimo Mario Draghi, ma quando gli ho chiesto di organizzare un incontro con le banche per finanziare il fondo per il merito non lo ha fatto. Tornerò a chiederglielo".

L'ultima riflessione va all'incidente del tunnel dei neutrini per cui la Gelmini spiega di essersi sentita "colpita in ogni modo, e ferita": "Al primo incidente di percorso ho pagato un prezzo alto, sono stata travolta dalla velocità di internet e dalla replica sbagliata: il secondo comunicato parlava di polemiche strumentali e non erano parole mie. Bastava chiedere scusa, e farci su un po' d'ironia. So che non esiste un tunnel da Ginevra al Gran Sasso, ho visitato il Cern e non ho visto tunnel. Bastava mettere quella parola tra virgolette e aggiungere tecnologico, il 'tunnel tecnologico' dentro il quale sono viaggiati i neutrini". Ma nonostante tutte le polemiche la Gelmini non ha "mai" pensato di dimettersi



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome