Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

20 ottobre 2011

Crisi, Grecia: partito comunista mette in fuga incappucciati violenti



Ore 14.00: Il servizio d'ordine del partito comunista di Grecia, presente con oltre 15.000 manifestanti da stamani in piazza Syntagma, sta affrontando i circa 300 incappucciati che hanno innescato gli scontri con la polizia. Gli incappucciati starebbero fuggendo via allontanati dal servizio d'ordine con decisione.

Ore 15.45: Un esercito di manifestanti pacifici è tornato a riempire la piazza ateniese di Syntagma, davanti al Parlamento, dopo che si era mezza svuotata a causa degli scontri tra circa 200 giovani incappucciati e membri del servizio d'ordine del partito comunista di Grecia che li hanno aggrediti e presi a bastonate, allontanandoli. In piazza ci sono adesso oltre 30.000 persone che sventolano striscioni e scandiscono slogan contro le nuove misure di austerity.

Ore 16.48: Sarebbero almeno 40 i feriti dopo gli scontri tra servizio d'ordine del partito comunista greco e anarchici. Nessun ferito tra le forze dell'ordine

Ore 17.11: Secondo fonti di agenzia un uomo sarebbe morto d'infarto dopo essere stato colpito da una pietra durante i violenti scontri.

Ore 18.00: La morte del manifestante, sindalista del Pame, sarebbe avvenuta per cause naturali durante gli scontri di piazza.

Fonte



Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome