Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

3 giugno 2011

Referendum, ordine dell'Agcom alla Rai: da domani informazione idonea o sanzioni

Roma - (Adnkronos) - Per l'Autorità garante la programmazione fino ad ora prevista dalla tv pubblica "non è idonea a garantire l'effettivo rispetto del regolamento della Commissione parlamentare di vigilanza", dunque l'imposizione di inserire nelle ore di maggiore ascolto, informazioni e approfondimenti in tg, dibattiti, e trasmissioni di tutte e tre le reti. Concerti gratis e sconti per chi vota. Sul web la campagna pro Referendum. Bersani a Berlusconi: ''Referendum inutili? Per me sono utilissimi''
Roma, 3 giu. - (Adnkronos) - La programmazione prevista dalla Rai "non è idonea a garantire l'effettivo rispetto del regolamento della Commissione parlamentare di vigilanza". Per questo l'Agcom ha emanato un ordine a garantire, da domani, un'informazione idonea.

L'Autorità ha emanato nei confronti della Rai un ordine conformativo affinché essa provveda, da domani: alla diffusione giornaliera dei messaggi autogestiti su tutte le tre reti generaliste assicurando, a rotazione per ciascuna giornata, la collocazione su una delle reti nella fascia di maggior ascolto (dalle ore 18,30 alle ore 22,30); alla diffusione di tribune elettorali su tutte le tre reti, assicurando a rotazione, almeno su una rete al giorno, la trasmissione nella fascia di maggior ascolto; a garantire una rilevante presenza degli argomenti oggetto dei referendum nei telegiornali e nelle trasmissioni informative di maggior ascolto di tutte le tre reti generaliste.
In caso di inottemperanza all'ordine impartito saranno applicate le sanzioni. Nell'esercizio della sua funzione di vigilanza, l'Agcom verificherà l'osservanza dell'ordine odierno attraverso il monitoraggio della programmazione. A tal fine la Commissione servizi e prodotti è stata convocata per martedì della prossima settimana. L'Autorità ha, inoltre, rivolto alle emittenti televisive nazionali private l'invito ad assicurare la più ampia informazione sui referendum. Infine, l'Autorità ha sollecitato i Comitati regionali delle comunicazioni (Corecom) a completare entro lunedì tutti gli adempimenti necessari per la trasmissione dei messaggi autogestiti gratuiti sulle emittenti locali.
 


Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome