Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

7 dicembre 2010

TORINO: STUDENTI SUI BINARI DI PORTA NUOVA - ROMA: BLITZ DALLA SAPIENZA ALLA FONDAZIONE ROMA

La stazione di Porta Nuova a Torino

7 dicembre, ore 13:53m Torino - (Adnkronos/Ign) - Dopo le manifestazioni dei giorni scorsi, gli studenti delle scuole superiori hanno occupato per circa mezz'ora i binari della stazione ferroviaria. Volantinaggio degli universitari a Mirafiori. Blitz degli studenti della Sapienza alla sede di 'Fondazione Roma': fermi. Gli scontri a Roma (VIDEO)
Prosegue la mobilitazione degli studenti per protestare contro il ddl Gelmini.
Un gruppo di studenti delle scuole superiori di Torino, partiti in corteo da piazza Bernini, hanno occupato per circa mezz'ora i binari della stazione ferroviaria di Porta Nuova con ripercussioni sulla circolazione ferroviaria.
Gli stessi manifestanti poco prima, avevano per qualche minuto impedito l'accesso alla metropolitana nei pressi della stazione di Porta Susa.
Iniziative di protesta anche degli studenti universitari torinesi che si sono dati appuntamento al cambio turno davanti alla Porta 2 della Fiat di Mirafiori per distribuire volantini e informare i lavoratori dello stabilimento torinese sulla situazione dell'università. E per portare la loro solidarietà ai lavoratori della Fiat coinvolti in queste ore dalla trattativa sul piano di rilancio di Mirafiori. Nel volantino si legge: "Crediamo che il lavoro e la formazione siano beni comuni per eccellenza e come tali vadano difesi da tutti come cittadini prima ancora che studenti e lavoratori. Il diritto all'istruzione e quello al lavoro sono le basi fondanti della democrazia, i garanti del futuro".
A Roma, blitz degli studenti della Sapienza alla sede di 'Fondazione Roma' al termine del quale 12 persone sono state fermate dalla Polizia. La loro posizione è ora al vaglio degli investigatori. Nel corso del blitz è andata in frantumi una porta a vetri chiusa dal vigilante per impedire l'accesso dei manifestanti, bloccati successivamente dagli agenti.
La protesta davanti alla sede della fondazione per denunciare ''l'ingresso di esponenti di fondazioni private nel consiglio di amministrazione, il riaccorpamento delle facoltà e la diminuzione della rappresentanza studentesca negli organi collegiali''. ''Non siamo disposti ad accettare che i privati facciano profitto sulla nostra formazione'', comunicano studenti e studentesse della Sapienza in mobilitazione 'AteneInRivolta'. 

Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome