Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

20 ottobre 2011

RC AUTO + FEDERALISMO FISCALE = DOPPIA STANGATA


GRAZIE GOVERNO del LIBERISMO*, GRAZIE LEGA,
con condoni fiscali sono sempre all’ordine del giorno
e le mani nelle tasche dei cittadini ....
ma come la raccontano ai fantomatici “padani” della Lombardia? … dimenticavo che la padania non esiste

Ogni anno quando rinnovo la polizza auto mi sento una cittadina truffata e impotente. E da oltre 3 decenni va così, per eufemismo diciamo che m’indigno.
C’è qualcosa di perverso e di poco chiaro infatti, che non riuscivo a capire, così mi sono impegnata.
Sono in regime di bonus-malus, la mia auto è del 2003, sono in categoria 6, da anni non causo incidenti e ogni anno il valore dell’auto diminuisce. Per questo ogni anno mi aspetto la riduzione del premio, ma avviene esattamente il contrario.
Ho una compagnia assicuratrice telefonica e contattata mi ha fornito informazioni sui meccanismo di calcolo del premio di cui non ero a conoscenza e ribadito che sono aumentate le tariffe e quindi va bene così.
Lo sapevate che le tariffe dipendono dal CAP? Io no. Nella stessa a Milano le tariffe sono diversificate per CAP. Nel 2010 ho pagato 470 € e ora 551.77 € = + 81.77 = + 17.4 %, comprensivi di 14.37 euro di aumento per il federalismo fiscale = 2.6 %.
GRAZIE LEGA, GRAZIE PDL !!!

Pago annualmente un terzo del valore dell’auto per l’assicurazione. Un furto.
---
* Bonus Malus: “… Si può pagare di meno, se non si provocano incidenti, o pagare di più in caso contrario … Quando si provoca un incidente infatti si scala di 2 classi verso il basso. Quando non si fanno incidenti si guadagna 1 classe verso l'alto. È statisticamente provato che il meccanismo bonus malus ha avuto effetti positivi sui dati degli incidenti stradali in tutte le realtà nazionali dove è stato introdotto.” Fonte
Note: passi il meccanismo del bonus malus, ma perché in caso di incidente l’assicurato paga l'aumento per 2 anni ? In pratica sia che fai incidenti sia che non li fai ogni anno la tariffa aumenta.
E' statisticamente provato che il bonus malus ha ridotto gli incidenti stradali dove è stato applicato, sono quindi diminuite le spese a carico delle assicurazioni, quindi gli aumenti annuali NON SONO GIUSTIFICATI anche per tale motivo.

Ma allora dove sta il trucco? 
La causa è, come sostiene la Federconsumatori, 
dovuta a mancanza di concorrenza (cartello) tra le compagnie assicurative.
Cartello vietato dalla nostra Legge.(ndr)
---
22.3.2011. Aumenti medi annui del 18 % sono previsti per le assicurazioni auto. A dichiararlo la Federconsumatori. I motivi dell’aumento pare siano la mancanza di concorrenza nel settore e le sempre maggiori truffe ai danni delle compagnie. Partendo dal monitoraggio dei dati delle 5 compagnie assicurative meglio radicate nel territorio nazionale, l’ Osservatorio Nazionale Federconsumatori, ha rilevato i dati dagli stessi preventivi fatti dalle compagnie, prendendo in esame l’intero territorio nazionale, dal Sud al Nord. Le tariffe che crescono di più sono quelle che interessano i neopatentati. L’aumento è del 25 %. Altra categoria penalizzata è quella dei 50enni, che si vedranno aumentare le polizze del 20 %. Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, Presidenti di Federconsumatori ed Adusbef, chiedono un intervento immediato: bisogna agire subito e creare concorrenza, dando maggiore forza agli agenti assicurativi plurimandatari. Fonte
---
01.09.2010. L'Osservatorio nazionale Federconsumatori sostiene che : “… L’aumento nel settore va dal 15% al 20% rispetto allo scorso anno e il dato più allarmante è che il costo delle Rca in Italia dal 1994 a oggi è salito esponenzialmente registrando un +173%! … La prima cosa da fare sarebbe quella di porre un tetto, bloccando le tariffe per rendere il settore assicurativo più competitivo.” Fonte
---
Quindi non c’è bonus malus che tenga, il consumatore paga per mancanza di concorrenza, e per il FEDERALISMO FISCALE che non è come ce l’hanno raccontata, non diminuisce le spese a carico dei cittadini e delle regioni virtuose, ma il contrario.
Chissà come la raccontano ai fantomatici padani della Lombardia?
Inoltre ricordo male o questo governo aveva come parola d’ordine il liberismo? Già ma che vuol dire liberismo?

"Il liberismo (o liberalismo economico) è una teoria economica, filosofica e politica che prevede la libera iniziativa e il libero mercato mentre l'intervento dello Stato nell'economia si limita al massimo alla costruzione di adeguate infrastrutture (strade, ferrovie, ponti, autostrade, tunnel, in certi casi perfino edifici etc.) che possano favorire il mercato."  Fonte

Infrastrutture ... vi viene in nemte qualcosa?

Luciana P. Pellegreffi
Bookmark and Share  










Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome