Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

20 ottobre 2011

Rai, Cda intima a ministero dello Sviluppo di pagare 1 miliardo e 200 milioni

Roma, 20 ott. (Adnkronos) - Il Cda della Rai ha deciso all'unanimità nella seduta di inviare al Dipartimento Comunicazioni del Ministero dello Sviluppo Economico una "intimazione di pagamento" entro e non oltre 60 giorni per un 1 miliardo e 200 milioni di euro.
L'assunto della Rai è che da quando è in vigore la contabilità separata la Rai ha un gap passivo per le prestazioni di servizio pubblico pari appunto a 1 miliardo e 200 milioni di euro. Gli obblighi di servizio pubblico per gli esercizi dal 2005 al 2009 sono costati insomma 1 miliardo e 200 milioni in più di quanto la Rai abbia incassato dal canone di abbonamento. Soldi che la Rai ha investito nel servizio pubblico incassandoli dalla pubblicità o da altri introiti.
Secondo Viale Mazzini il ministero avrebbe dovuto in questi anni determinare un aumento di canone per coprire questo sbilancio o diminuire gli oneri da contratto di servizio. Non avendolo fatto, secondo gli amministratori Rai, si è reso debitore per la cifra in questione.
Nell'odierna seduta il Cda ha anche approvato - con 6 voti favorevoli, 1 contrario (quello del consigliere Petroni), 1 astensione (quella del consigliere Verro) e l'assenza temporanea del consigliere Bianchi Clerici - l'assetto organizzativo della nuova Direzione Intrattenimento, diretta da Giancarlo Leone. La Direzione sarà divisa in tre strutture: una per il day time e il preserale, una per la prima e la seconda serata ed una per la sperimentazione di nuovi format.
Nel consiglio si è parlato anche del 'caso Tg1', sia in relazione allo scontro tra il direttore Augusto Minzolini e il presidente della Camera, Gianfranco Fini, sia in relazione alla vicenda giudiziaria che vede Minzolini oggetto di una richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Roma. In relazione al primo aspetto, il presidente della Rai, Paolo Garimberti, ha dato lettura in consiglio di una lettera inviata da Fini e indirizzata allo stesso Garimberti, al dg della Rai, Lorenza Lei, e al presidente della commissione di Vigilanza, Sergio Zavoli, in cui il presidente della Camera esprime critiche durissime sull'operato della testata ammiraglia Rai e del suo direttore.
Quanto alla vicenda giudiziaria di Minzolini, Lorenza Lei ha informato il consiglio di aver incaricato l'avvocato Paola Severino di tutelare la Rai, che all'esito della valutazione delle carte deciderà le azioni da intraprendere.
---------
anno fare bene:
- mettere le mani in tasca ai cittadini,
- sperperare il denaro pubblico
- distruggere la RAI a favore di mediaset

Fonte

Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome