Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

24 maggio 2011

REFERENDUM 12 - 13 GIUGNO: NIENTE FURTO, ANDIAMO A VOTARE - I QUESITI

NON MI FIDO DEL NUCLEARE, ma soprattutto non mi fido di chi ignora la volontà popolare (precedente referendum) o di chi cerca di evitare la consultazione.

Il governo ha paura del teferendum popolare e chiude il decreto che cancella il piano centrali nucleari. 
Ma ATTENZIONE, lo stop al nucleare è FINTO!  serve a non dare la parola ai cittadini e cancellare le norme “di cui il referendum chiede l'abrogazione”. la cancellazione del piano nucleare dice Berlusconi, è solo una pausa di un anno o due, se ne tornerà a discutere in periodo più favorevole perché le centrali in Italia sono “un destino ineluttabile”. Una volta approvato il decreto, sarà la Cassazione a decidere se il referendum del 12 e 13 giugno ha ancora ragione di esistere oppure no.
La Cassazione dovrebbe ribadire la validità del referendum in quanto la legge non elimina il nucleare, ma sposta solo l'avvio del piano nucleare.
ATTENZIONE  quindi alle manovre dei furbetti del parlamento per togliere ai cittadini il loro diritto di scegliere, già prevaricato ignorando la precedente consultazione popolare che RIFIUTAVA IL NUCLEARE IN ITALIA.
niente mare
si va a votare

Vedi: I QUESITI REFERENDARI

Luciana P. Pellegreffi

 Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome