Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

27 maggio 2011

La Lega avverte Berlusconi "No ministeri al Nord? Niente tasse"

Calderoli minaccia lo sciopero fiscale: "Problemi per dicasteri al Nord? No representation? No taxation". Bossi: "Non ci stiamo a pagare e tacere". Il segretario del Pd Bersani: "Il Paese è nelle mani di un irresponsabile, perché con i problemi che abbiamo non si possono aizzare le tifoserie e suscitare risse"
ROMA - Bersani e Calderoli, su opposti schieramenti eppure uniti contro Berlusconi. Le ragioni sono, evidentemente, diverse. Dopo giorni in cui nel centrodestra è stato tutto uno scambio di "sì", "no" e "forse" sulla richiesta della Lega Nord di trasferire al Nord alcuni ministeri, il ministro della Semplificazione rientra a gamba tesa nel dibattito con un vero e proprio ultimatum. "Ci sono problemi sui ministeri al Nord? E allora niente tasse - dice il ministro leghista per la Semplificazione. - Vorrà dire che la frase 'No taxation without representation' diventerà 'No representation? No taxation". In serata sarà Bossi a rincarare la dose: ""Non abbiamo fatto una retromarcia sul decentramento, i ministeri prima o dopo arriveranno qui al Nord". E poi ha aggiunto: "Il decentramento dei ministeri lo hanno fatto l'Inghilterra e la Francia, che è lo Stato più centralista che c'è: noi siamo i più pirla? No, non ci stiamo a pagare e tacere". segue

Bookmark and Share  

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome