Nel paese in cui la libertà d'informazione è dipendente del potere politico ed economico, cerchiamo di tenere attivi i nostri neuroni al pensiero, alla critica, alla distribuzione della libera informazione.

Pagine

5 gennaio 2011

L'ANPI sulla vicenda FIAT: non sia sovvertito l'impianto democratico del Paese

Alle ANPI  Provinciali della Lombardia
Alle Sezioni ANPI

Care/i compagne e amici,
La Segreteria dell'ANPI Nazionale ha espresso le preocupazioni e le valutazioni dell'Associazione sulla vertenza FIAT, con il Comunicato che vi trasmettiamo in allegato. Vi invitiamo a difondere lo stesso nei Congressi di Sezione ed agli iscritti.

Cordiali saluti.
p.la Presidenza regionale- Antonio Pizzinato
------------------------
A.N.P.I.
A S S O C I A Z I O N E  N A Z I O N A L E  P A R T I G I A N I  D' I T A L I A
COMITATO NAZIONALE

Roma, 5 gennaio 2011

L'ANPI, custode dei valori di libertà, pace ed eguaglianza che hanno mosso l'agire coraggioso e responsabile degli antifascisti, dei partigiani e da ultimo dei padri costituenti, non può che ribadire con forza e determinazione l'inalienabilità del diritto per tutti ad un lavoro dignitoso e civile, fondamento primo della nostra Repubblica.

La Costituzione, in questo senso, fornisce un dettato chiaro e non manipolabile: condizioni di lavoro rispettose della dignità personale e delle esigenze materiali dell'individuo, libera rappresentanza sindacale.
Questi sono i principi che devono guidare l'agire di coloro che in questi giorni hanno la responsabilità di decidere il futuro di migliaia di lavoratori: governo, FIAT, forze sindacali. Ogni passo che tenda a sovvertirli rischia di sovvertire lo stesso impianto democratico del Paese, che ad oggi ha sempre garantito stabilità e civile convivenza.

L'ANPI fa quindi appello affinché sia massimo lo sforzo per trovare soluzioni ampiamente concertate e affinché il necessario sviluppo economico non sia in nessun caso
disgiunto dalle regole e dai diritti.

LA SEGRETERIA NAZIONALE ANPI


Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento

Nome Cognome